CIVICAMENTE GIOVANI

Incontri con gli studenti degli Istituti Superiori dell'isola d'Ischia:

"Enrico Mattei"  -  "Cristofaro Mennella"  -  "Vincenzo Telese"

con il personale in servizio del

Commissariato della Polizia di Stato e della Tenenza della Guardia di Finanza di Ischia

a cura della Sezione di Ischia dell'Unione Nazionale Sottufficiali Italiani

Si ringraziano i Dirigenti Scolastici: Prof. Antonio SICILIANO - Prof. Mario SIRONI -  Prof.ssa Giuliana D'AVINO

Si ringraziano per la gentile collaborazione:  il Vice Questore Aggiunto Stefania GRASSO e il Tenente Paolo Salvatore AIELLO

21 aprile 2015 - Capricho - Casamicciola Terme - "Cristofaro Mennella" / Guardia di Finanza

23 aprile 2015 - I.T. "Enrico Mattei" - Casamicciola Terme  /  Polizia di Stato

28 aprile 2015 - I.T. "Enrico Mattei" - Casamicciola Terme  /  Guardia di Finanza

30 aprile 2015  -  Capricho - Casamicciola Terme - "Cristofaro Mennella"  / Polizia di Stato

4 maggio 2015  -  I.P.S. Vincenzo Telese " - Ischia  /  Polizia di Stato

12 maggio 2015  -   I.P.S. Vincenzo Telese " - Ischia  /  Guardia di Finanza

Il progetto CIVICAMENTEGIOVANI è rivolto agli studenti degli Istituti superiori con un età compresa tra i 14 e i 18 anni con una progettualità in ambito civico, socio-educativo e sportivo. Lo scopo e’ quello di far crescere nei ragazzi la consapevolezza delle proprie capacita’ psicofisiche e attitudinali, confrontandosi sia con le problematiche di tutti i giorni sia nelle emergenze, ma soprattutto coinvolgerli nella societa’ amplificando il loro ruolo nella comunita’ attraverso l’associazionismo, l’aggregazione con le diversita’ culturali e sociali, la riscoperta dei valori di educazione civica e legalita’.

Le sue finalità e l’alto senso civico in una sinergica azione tra mondo dell’associazionismo e quello istituzionale sono proiettati alla crescita etica e sociale delle nuove generazioni attraverso il confronto con operatori delle forze dell’ordine, delle forze armate e del soccorso.

Gli sconvolgimenti climatici degli ultimi anni sul territorio nazionale, ma non solo, hanno evidenziato la necessità di una consapevolezza della cultura dell’emergenza, soprattutto tra i ragazzi che primi tra i volontari e se qualificati da un percorso come il progetto Civicamentegiovani risulta evidente la sua funzionalità e potenzialità in caso di calamità.